Rai Gulp OK

Versus - Photogallery





Gli sport

Le sfide

Equitazione

    » Segnala ad un amico


    Equitazione vs Ginnastica


     La più antica disciplina equestre è il salto ad ostacoli ed è stato creato dagli inglesi. Nel corso del XVIII secolo, il Parlamento britannico obbligò il recinto di alcuni campi aperti. Come risultato, alcuni dei cacciatori di volpe più veloci hanno iniziato a saltare queste coperture tra le proprietà. La prima competizione ufficiale ha avuto luogo in Irlanda nel 1900, lo stesso anno in cui le gare equestri hanno debuttato alle Olimpiadi di Parigi con tre eventi: salto in alto, salto in lungo e una corsa a cronometro.

    La disciplina non è stata inclusa nel programma dei Giochi di St. Louis del 1904 né a quelli di Londra del 1908, ma ritornò nell'edizione del 1912, a Stoccolma. Le tre specialità olimpiche sono: salto a ostacoli, concorso complete e dressage.

    SPECIALITA’ OLIMPICHE:
     


    SALTO OSTACOLI: nel nostro paese è la specialità più diffusa e praticata e quella che vanta le maggiori tradizioni. I concorrenti debbono affrontare, all'interno di un campo di gara circoscritto (in erba o in sabbia, all'aperto o "indoor") un percorso composto da ostacoli mobili costruiti in legno e composti da vari elementi come barriere, tavole, cancelli e balaustre. Gli ostacoli possono essere di vario tipo, definiti dritti se con uno sviluppo solo in verticale, larghi o triplici se presentano anche una profondità, e devono essere superati senza essere abbattuti mentre il livello di difficoltà  delle gare dipende dall'entità  degli ostacoli e dai diversi tipi di categorie (a barrage, a tempo, a due manches, di potenza, derby etc.). Ogni abbattimento (errore) da parte del concorrente viene penalizzato, così come l'eventuale rifiuto di fronte a un ostacolo o la caduta di cavallo e/o cavaliere.

    CONCORSO COMPLETO: è una gara con classifica combinata articolata su tre prove. Il primo test è quello di addestramento e i binomi sono chiamati ad eseguire una serie di esercizi alle tre andature. Il secondo test è l'impegnativo cross country che si svolge lungo un tracciato su terreno vario disseminato da una serie di ostacoli naturali e fissi come laghetti, macerie, tronchi abbattuti, cataste di legna, fossi, staccionate, banchine, ed altri, da affrontare entro un tempo prestabilito. Il terzo ed ultimo test è quello di salto ostacoli. Questa prova è normalmente programmata nella terza giornata di gara e si rivela spesso determinante per la classifica finale che scaturisce dalla somma dei punti negativi acquisiti dai binomi nelle tre prove.

     

    DRESSAGE: nelle gare, che si svolgono all'interno di un rettangolo di gara delimitato ai lati da una bassa recinzione sul cui perimetro sono posizionate delle lettere che servono come riferimento, il binomio è chiamato ad eseguire una "ripresa", cioè una sequenza di movimenti prestabiliti. Ogni "figura" che il binomio esegue viene valutata dai giudici con un punteggio espresso in percentuale del massimo ottenibile. Il livello di difficoltà  varia a seconda della complessità  delle figure richieste e le gare più importanti sono il "Grand Prix Special", una ripresa con movimenti obbligatori, e il "Free Style" in cui è il concorrente che sceglie l'ordine dei movimenti che verranno eseguiti con un accompagnamento musicale.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847